Ha avuto inizio a La Spezia, con la prima prova interregionale Liguria e Toscana, la stagione agonistica 2017/18 per la categoria GPG (under14) di scherma.

Numerosa la presenza di atleti del nostro circolo che ha portato in pedana ben sedici ragazzi dai dieci ai quattordici anni di età.

Per la soddisfazione dei loro istruttori, sono scesi in pedana, per la categoria maschietti di Fioretto (2007) Ghelardi Lorenzo e Gori Pietro, per le bambine di Fioretto (2007) Polini Matilde, per le giovanissime Fioretto (2006) Spinello Rita, Gulino Francesca, Neri Giulia, per i giovanissimi Spada (2006) Baglini Francesco, Bellotti Pietro e Sbrescia Abraham, per gli allievi e ragazzi di Fioretto (2004-2005) Gulino Mattia e Vivaldi Diego, per la categoria allieve e ragazze di Fioretto (2004-2005) Scircoli Chiara, per allievi e ragazzi di Spada (2004-2005) Boeri Alex, Del Colletto Edoardo, Ghelardi Alessandro, Meraglia Giulio.

 

Come già detto grande soddisfazione per il nostro Circolo, soprattutto per il numero dei nostri giovani atleti partecipanti, assistiti durante gli assalti dai nostri istruttori guidati dai maestri Carlo Macchi e Massimo Rosoni.

Da sottolineare che per tanti di questi ragazzini, nati negli anni dal 2004 al 2007, questa era la loro prima gara ufficiale.

A questa età l’aspetto agonistico è sicuramente marginale e tutti i ragazzi si sono comportati benissimo, impegnandosi al massimo delle loro capacità, detto questo, non si può non porre l’accento alla bella prova delle giovanissime di Fioretto, con Giulia Neri che sale sul podio con un ottimo 3°posto e Gulino Francesca e Spinello Rita classificatesi rispettivamente al 9° e 17° posto.

Forza ragazzi che siete solo all’inizio.

lc64 

 

GPG La Spezia

 

(nella foto le ragazzine della categoria giovanissime di fioretto con i loro istruttori)

 

 (nella foto le ragazzine della categoria giovanissime di fioretto con i loro istruttori)

 

Coppa del Mondo chiama, Filippo Macchi risponde presente

 

È ancora la punta di diamante del Circolo Scherma Navacchio a far parlare di sé

 

Alla prima convocazione in nazionale con gli azzurrini dell’under 17 in viaggio per Budapest per una delle prove del circuito Cadetti, Filippo Macchi c’è

 

La sua presenza passa tutt’altro che inosservata

 

Questo ragazzone di quasi 190 centimetri non si fa affatto intimorire da un palcoscenico di tutto rispetto Ad una competizione internazionale che vedeva schierati 198 atleti provenienti da 42 nazioni valida per il ranking internazionale che vedrà i migliori tre atleti azzurri scendere in pedana per il Campionato del Mondo di Aprile 2018, Filippo sfodera un talento già noto entro i confini nazionali ma ancora sconosciuto o quasi per i colleghi fiorettisti del resto del mondo

 

Le sue lunghe leve e la sua tecnica sopraffina mettono a segno colpi importanti che lasciano a bocca asciutta tutti i suoi avversari che assalto dopo assalto assistono impotenti alla cavalcata vincente del giovane atleta cascinese

 

L’esuberanza di un carattere forte e deciso fa da cornice ad una freddezza glaciale che non lascia spazio a distrazioni.

 

Dopo una gara memorabile e dopo aver “infilzato” avversari americani, russi, cechi e rumeni lo scontro per l’oro avviene tra due colleghi nazionali, regionali e addirittura provinciali. La finale per il primo posto ha infatti visto Filippo Macchi contrapporsi all’amico/avversario Alessio Di Tommaso, atleta esperto in forza al Club Pisano del Maestro Antonio Di Ciolo

 

L’assalto tra i due è avvenuto in un clima irreale dove il tifo mancava, i due colleghi di nazionale contrapposti in terra magiara non avevano ovviamente né tifo né tecnici a fondo pedana. Il match teso ma sereno, corretto ma tirato, ha visto trionfare di pochissime lunghezze l’atleta pisano a discapito di un Macchi stanchissimo e forse appagato dal risultato di tutto rispetto

 

Aldilà dell’ottimo piazzamento e di un secondo gradino di tutto rispetto, l’esperienza fatta e gli insegnamenti che il giovane Macchi aggiunge al suo bagaglio di esperienze sono molteplici e gli torneranno utili per affrontare le prossime competizioni

 

La gestione emotiva è un punto fondamentale per tutti gli sportivi. La tecnica e la tattica spesso nulla possono se non si posseggono doti di gestione delle emozioni poiché nello sport di alto livello la testa pesa all’incirca un 80% sulla performance

 

Filippo sta mostrando un percorso meraviglioso e costantemente in ascesa soprattutto sotto il profilo del controllo emozionale

 

L’allievo e nipote del Maestro Carlo Macchi nei suoi soli 16 anni di età sta mostrando sempre di più di possedere la stoffa del vincente, di voler gridare al mondo che lo spazio per lui non è quello di una comparsa ma quello di un protagonista.

 

L’adolescenza è l’età in i giovani si avvicinano all’età adulta e non sempre sono pronti a gestire il passaggio ea decidere quello che vorranno fare da grandi. Questa chiarezza sembra invece possederla Filippo, i duri allenamenti quotidiani lo portano tra le pedane di Via Guelfi 159 per ben cinque giorni alla settimana. Questa è determinazione! Questa è voglia di arrivare! Questo è amore per lo sport! Questa è costanza e dedizione

 

Bravo Filippo, continua così

 

 

 

 

Macchi Di Tommaso Budapest

 

Filippo Macchi con l'amico/rivale Alessio Di Tommaso

(foto da www.federscherma.it)

Si sono svolti a Montelupo Fiorentino, nei giorni di sabato 14 e domenica 15 ottobre i campionati regionali Under 20 di scherma.

Ottima la prova dei nostri atleti, in particolare gli allievi dei maestri Carlo Macchi e Massimo Rosoni hanno brillato nella prova di fioretto maschile dove i nostri Edoardo Lemmi, Filippo Macchi e Tommaso Ciabatti si sono classificati rispettivamente 2° 3° e 6°.

Ottima anche la prova del giovanissimo Francesco Ciabatti che si è arreso solo di fronte a Francesco Salvo che avrebbe poi vinto la gara.

Buona prova anche nella spada maschile, dove i nostri due atleti Yuri Ceccanti e Federico Gualtieri si sono classificati rispettivamente 12° e 14°.  

Nella gara di fioretto femminile vinta dalla brava Vittoria Ciampalini del Circolo Scherma Valdara hanno ben figurato nella loro prima gara a livello agonistico le nostre Maria Laura Cuttano e Matilte Giampieri.

Complimenti a tutti i nostri giovani atleti e ai loro maestri, avanti così.

lc64

 

 

montelupo 2017

 

(Nella foto il maestro Carlo Macchi con Tommaso Ciabatti, Edoardo Lemmi e Filippo Macchi)

 

E’ iniziata domenica 24 settembre, la stagione agonistica 2017/18 per i nostri schermitori, l’occasione è stata la prima prova open di spada svoltasi a Pistoia, 

Inizio alla grande, poiché si è aggiudicato la prova, il nostro Gianfranco Di Summa, qualificatosi anche per la prossima prova nazionale.

Hanno partecipato e ben disputato la gara altri nostri tre spadisti, Chelli Filippo, Ceccanti Yuri e all’esordio nell’arma il giovane Gualtieri Federico.

Il prossimo week end i nostri atleti saranno nuovamente in pedana, questa volta ad ancona per la prima prova nazionale assoluti di Fioretto.

lc64

 

 

spada pt

(nella foto, i primi otto della prova di spada, con il nostro Gianfranco Di Summa)

Doppio week end di gare Open per gli atleti del Circolo Scherma Navacchio, infatti, nei giorni 30 settembre e 01 ottobre si sono svolte ad Ancona le prime prove di qualificazione nazionale di fioretto Open.

Il nostro Circolo si è presentato in forze, guidati dal Maestro Carlo Macchi si sono presentati in pedana i nostri atleti Baldaccini Matteo, Ceccanti Yuri, Ciabatti Francesco, Ciabatti Tommaso, Macchi Filippo, Nencioni Filiberto, Lemmi Edoardo, Lorenzelli Yuri.

Ancora una volta in evidenza il giovane Filippo Macchi (2001) che al termine di una bella prestazione si è classificato 14° il migliore per la categoria allievi, terminando la sua gara sconfitto dal componente della nazionale Italiana Alessio Foconi.

Per gli altri una buona prova con la ferma determinazione a fare sempre meglio, un bravo particolare a Francesco Ciabatti (2003) alla sua prima gara negli assoluti.

Il week end successivo, questa volta a Erba si sono svolte le prime prove di qualificazione nazionale Open di spada.

In questo contesto buona prova del nostro Yuri Ceccanti che con la guida del maestro Massimo Rosoni si è tolto la soddisfazione di battere il campione del mondo e medaglia d’argento a Rio, Paolo Pizzo.

Sempre nello stesso week end ad Erba si è anche svolta la prima prova nazionale paraolimpica dove seguiti a bordo pedana dal Mastro Massimo Rosoni si sono ben disimpegnati Valeria Pappalardo (spada femminile cat.B) e Michele Venturi (fioretto maschile cat. C).

lc64

 

FB IMG 1507403049713

(nella foto una fase dell'assalto tra Yuri Ceccanti e il campione del Mondo Paolo Pizzo) 

 

 

 

Finalmente la scuola è finita ( o quasi ! ) e come di consueto il termine della scuola coincide con l'inizio dell'attività estiva da noi organizzata per i ragazzi.

Dal 18 maggio aprono le iscrizioni.

Vuoi vedere il pieghevole con tutte le informazioni ???

Clicca qui --> CAMPI SOLARI LOCANDINA

 

Per le schede di iscrizione clicca i seguenti link :

1 -- Campi Solari : Schede Generali

2 -- Campi Solari : Circolare Informativa

3 -- Campi Solari : Scelta settimane ( servizio settimanale ad orari variabili )

4 -- Campi Solari : Servizio Giornaliero ( dalle 09-00 alle 17.00 )

5 -- Campi Solari : Regolamento